Aperto dal 7 dicembre tutti i giorni lunedì esclusi.

Vigneti eroici: da Donnas a Montjovet

I versanti soleggiati della Bassa Valle d’Aosta sono da secoli l’ambiente ottimale per la coltivazione della vite. I paesaggi terrazzati di Donnas danno il benvenuto al visitatore in Valle d’Aosta a pochi chilometri dalla rocca di Bard. Qui si coltivano uve Nebbiolo, Freysa e Neyret che danno vita al Vallée d’Aoste Donnas Doc, vino di buon corpo (12,5°-13,5°), che va servito ad una temperatura di 20°-22°. Si tratta del primo vino valdostano ad aver ottenuto la Denominazione di Origine Controllata. Il Forte è incastonato tra l’area vitivinicola di Donnas e quella di Arnad-Monjovet, dove si produce un altro rosso Doc dal sapore asciutto che ricorda alcuni vini prestigiosi delle Prealpi piemontesi a base di Nebbiolo. L’Arnad-Montjovet ha una robusta gradazione alcolica (12°-13°), soprattutto nella versione Supérieur.

Per saperne di più
Caves di Donnas
La Kiuva di Arnad

L’evento
Vins Extremes