Forte aperto dal martedì alla domenica, lunedì chiuso

Con l’associazione Libera oltre mille studenti al Forte

Oltre mille studenti valdostani sono attesi sulla Piazza d’Armi del Forte di Bard, giovedì 21 marzo, in occasione della ventiquattresima Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. L’associazione Libera Valle d’Aosta ha promosso l’evento “Orizzonti di giustizia sociale, passaggio a Nordest”, rivolto alle scuole. Il Forte di Bard è stato scelto in quanto porta della Valle d’Aosta, immagine di accoglienza e cultura.

Il programma prevede alle ore 9.30 la formazione del corteo dei partecipanti sul piazzale della stazione di Hône che, alle 9.40, partirà per raggiungere il Borgo di Bard e salire fino al Forte dove, alle 11, in Piazza d’Armi, si procederà alla lettura dei nomi delle vittime delle mafie e a un collegamento video con la piazza di Padova dove, alle 12.30, interverrà il presidente nazionale di Libera, don Luigi Ciotti. Alle 14 sarà aperta la mostra interattiva Brandelli di vite, nella sala Olivero del Forte di Bard, visitabile a gruppi di 50 persone ogni mezz’ora, fino alla chiusura alle 17 quando parlerà Loretta Pappagallo, sopravvissuta alla strage del Rapido 904. A partire dalle 14, nella sala Archi Candidi del Forte si svolgerà il Torneo 100 passi, per 26 squadre di ragazzi della scuola secondaria di primo grado; sulla Piazza d’Armi verrà allestita invece la mostra relativa alla strage di Punta Raisi del 1978, lungo il borgo si terrà la Caccia al tesoro della memoria e, nella Biblioteca di Hône, verrà inaugurata la mostra-concorso 904.

Per saperne di più
Libera contro le mafie